AUTOSTIMA

IO, ME E ME STESSO: LA STIMA di ME

Se ci fermiamo un attimo e ci pensiamo bene, di tutti i giudizi che vengono formulati su di noi durante la nostra vita spesso il più critico, il più duro, è proprio il nostro.
Molte persone lo definiscono come alta autocritica. Cioè la capacità di fermarsi, analizzare le proprie azioni o comportamento e formulare un giudizio su essi, quindi esprimere una valutazione legata alle aspettative che noi stessi ci siamo dati.
Già ASPETTATIVE + AZIONI o COMPORTAMENTO = GIUDIZIO
La cosa divertente è che l’unico soggetto in causa in quest’equazione è molto spesso esclusivamente l’individuo.
IO, ME e ME STESSO!!!
Bello ma a volte molto molto autodistruttivo.
Se, come spesso accade le aspettative che mi sono creato derivano da una lettura della mente basata su quello che penso gli altri si aspettino da me, beh la frittata è fatta!|
Mi spiego meglio, ognuno di noi si costruisce un sistema di convinzioni e credenze in base alle esperienze vissute, alle persone incontrate, alle relazioni instaurate, all’ambiente che lo circonda.
Questo sistema rappresenta il metro di giudizio, il punto di riferimento in base al quale decidiamo di volta in volta la bontà o meno delle nostre azioni e dei nostri comportamenti.
Ma, spesso, questo sistema non è fatto solo di cose positive, anzi a volte accade che quelle positive vengano dimenticate e che il focus si concentri solo su credenze e convinzioni negative e demotivanti.
Quando ciò accade, inevitabilmente, il livello di STIMA o di AUTOSTIMA cala drasticamente. E insieme ad essa il nostro benessere fisico e mentale. La nostra motivazione scema, le nostre azioni si fanno meno determinate e determinanti, il valore che diamo a noi stessi crolla e insieme a lui la convinzione di meritarci determinate cose.
E non importa se la nostra bassa autostima corrisponda veramente alla stima che gli altri hanno di noi.
Così una persona potrebbe essere molto stimata da chi ha intorno ma non sentirsi meritevole di tutta quella stima.
Meno ci stimiamo meno ci stimeremo, più ci stimiamo più ci stimeremo e più successo otterremo.
Come fare quindi per lavorare sull’autostima? Su quella parte così profonda di noi stessi intimamente connessa con il nostro percepirci come individui competenti, capaci e degni d’amore?
E’ necessario lavorare su tre aspetti fondamentali:
1. L’AMORE DI SE’: è ciò che ci consente di amarci nonostante i nostri limiti ed i nostri difetti. Non dipende dalle prestazioni ed è ciò che ci permette di far fronte alle difficoltà e agli insuccessi, è ciò che ci permette di rialzarci e ricostruire evitando di arrenderci alla disperazione. Spesso è influenzato dall’amore che abbiamo ricevuto quando eravamo piccoli ma anche dal nutrimento affettivo che abbiamo ricevuto.
2. LA VISIONE DI SE’: e’lo sguardo che rivolgiamo a noi stessi, la valutazione, basata sulle nostre convinzioni e credenze che diamo di noi stessi. E qui ancora notiamo l’importanza e l’influenza dell’ambiente sulla costruzione del nostro sistema di credenze. In questo caso non importa come ci vedono gli altri ma come noi ci vediamo e percepiamo in base alle convinzioni e credenze che abbiamo costruito.
3. LA FIDUCIA IN SE’ STESSI: Si applica soprattutto alle nostre azioni. E’ quanto crediamo di poter riuscire a fare una cosa. E’ un aspetto fondamentale perchè la stima di sè ha bisogno di azioni per mantenersi e crescere.
La domanda ora è: QUANTO TI AMI?
CHE VISIONE HAI DI TE STESSO? COME TI VEDI?
CREDI DI POTER RIUSCIRE?
Solo se tutti questi elementi sono presenti ed interdipendenti tra loro è possibile sviluppare una buona autostima.
Se ne viene a mancare anche solo uno l’autostima è destinata a crollare e con essa tutto tenderà a divenire più difficile e difficoltoso.
Andando più a fondo la STIMA DI SE’ passa attraverso la consapevolezza di sè, dei propri limiti e difetti arrivando ad accettarsi per quello che si è. Solo imparando a rispettarsi assumendosi le proprie responsabilità sarà possibile definire uno scopo nella vita e mettere in atto una serie di azioni per poterlo raggiungere.
COME POSSIAMO quindi costruire una BUONA AUTOSTIMA?
Prima di tutto imparando ad AMARE NOI STESSI eliminando tutte quelle credenze e convinzioni che ci bloccano e ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi RICORDANDOCI sempre che siamo INDIVIDUI UNICI e che anche i nostri difetti ci rendono tali. Non sono limiti ma aree di miglioramento che dobbiamo vedere e coltivare.
Una volta che avremo capito questo capiremo la cosa più importante: CHE NOI CI MERITIAMO IL MEGLIO, SEMPRE.

Resta in Contatto

Laureata in Economia e Commercio, ha frequentato un Master in Fashion Management Communication a Firenze, ha lavorato per anni nel mondo della moda e del lusso a Roma e ha gestito un’Accademia di Comunicazione e Spettacolo a Milano. La passione che lega tutte queste esperienze è la Comunicazione. Non si può non comunicare. Il nostro corpo e la nostra voce comunicano ancor prima delle nostre parole: tutto quello che ci circonda comunica e le nostre azioni ne vengono influenzate. Il nostro modo di comunicare tocca nel profondo tutte le nostre relazioni, siano esse private o lavorative, e saper comunicare in modo efficacie è ciò che fa la differenza rendendo più appaganti e gratificanti tutte le sfere della nostra vita.

Leave a Comment